La salute vien... vogando

La salute vien... vogando

Domenica 23 giugno 2019, ore 15.00
Sala Convegni "Torre di Porta Nuova", Arsenale, Venezia

L’ASD Gruppo Sportivo Artigiani Venezia, con il Patrocinio dell'Omceo Venezia - del Comune di Venezia - dell'Azienda Ulss 3 Serenissima - della Scuola Grande di S. Marco - del CONI - organizza il quarto incontro della serie “La Salute vien … vogando” nell’ambito del Salone Nautico di Venezia.

La formula utilizzata rimane quella originale: alcuni Soci mettono a disposizione le loro competenze professionali per informare la cittadinanza sui temi della salute e della prevenzione proprio partendo dal benessere che consegue alla pratica della voga a qualsiasi età.

La Strategia della Regione Europea dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per l’attività fisica 2016-2025 indica l’attività fisica quale fattore trainante per il benessere e la salute delle popolazioni, con particolare attenzione all’incidenza di malattie croniche non trasmissibili, associate a comportamenti sedentari.

Secondo le recenti Linee guida del Ministero della Salute, l’aumento dei livelli di attività fisica è fondamentale per il raggiungimento anche dei seguenti obiettivi mondiali entro il 2025:

  • la riduzione relativa del 25% della mortalità precoce dovuta a malattie cardiovascolari, tumori, diabete o malattie respiratorie croniche;
  • la riduzione relativa del 25% della prevalenza dell’ipertensione, oppure, a seconda della situazione nazionale, il contenimento della prevalenza dell’ipertensione;
  • l’arresto dell’aumento del diabete e dell’obesità.

 

L’obiettivo dell’incontro è quello d’informare sui temi della salute e della prevenzione proprio partendo dal benessere che consegue alla pratica della voga a qualsiasi età.

“La Salute vien ... vogando” ha voluto evidenziare come, tra tutte le attività fisiche, anche la voga alla veneta, lo sport tradizionale di Venezia, possa ricoprire un ruolo importante nel benessere psicofisico e nella prevenzione di malattie associabili a comportamenti sedentari.

Specialisti, fisioterapisti, ortopedici, neurologi hanno esposto, nel corso dei loro interventi, i diversi benefici che la pratica della voga alla veneta porta all’organismo con ripercussioni positive sull’apparato cardiovascolare e muscolo-scheletrico. Sono inoltre state illustrate le ricadute sul benessere psicofisico del bambino e dell’adolescente e sulla prevenzione del diabete.

L’Italia ha contribuito alla definizione dei documenti OMS sostenendo una concezione dell’attività fisica intesa come espressione della relazione tra l’essere umano e l’ambiente in cui vive nella sua quotidianità, con lo scopo di aumentare il benessere fisico e psicologico in tutte le fasce d’età, in condizioni fisiologiche e in soggetti affetti da patologie.

La promozione dell’attività fisica è, pertanto, una questione complessa poiché da un lato richiede una forte leadership da parte del settore sanitario, cruciale a livello nazionale regionale e locale, dall’altro è una materia di competenza anche di altri settori, come l’istruzione, lo sport e la cultura.

Quindi, voler essere in forma grazie a una regolare attività fisica non ha un valore esclusivamente estetico perché lo sport è uno dei nostri migliori alleati per condurre una vita sana.

 

Allegati: